Post in evidenza

Il Venezuela nel mirino della destabilizzazione politica

Articolo pubblicato originariamente il 19 novembre 2014.  Dei rapporti mediatici latino-americani riportano, con allarmante regolarità,...

venerdì 19 febbraio 2016

Le elité mondiali sponsorizzano l'immigrazione di massa

Gothenburg

Il Capo della Polizia Nazionale Svedese: Non può garantire più la sicurezza del popolo svedese. L'elitè dei globalisti sta distruggendo semplicemente un paese (o un intero continente) sommergendolo di decine di immigrati disperati, convincendo a non diffondere odio per la maggioranza bianca. Ulteriormente, le elitè incoraggiano tali immigrati per richiedere sempre più diritti. Infine, le elitè dichiarano che gli immigrati sono in realtà semplici vittime e gente oppressa. Questa è la formula usata dalle elitè di globalisti ebrei per far sprofondare l'Europa. Il capo della polizia svedese, Dan Eliasson, ha dichiarato recentemente che "non si può più garantire la sicurezza dei residenti in delle zone della Svezia". Secondo il quotidiano svedese Dagens Nyheter la Svezia adesso possiede ben 53 aree considerate ad alto rischio criminalità. Qui la polizia deve rispondere alle chiamate d'emergenza con due volati della polizia locale, una custodita e l'altra o sara vandalizzata o andrà in fiamme. Il giornale svedese Expressen ha dichiarato che il capo della polizia, Dan Eliasson, durante una riunione si è sorpreso per il crimine in Svezia. 


"Sono rimasto scioccato, dopo esser diventato capo della polizia nazionale, osservare in determinate aree l'aria di cattiveria in ore notturne. Se non costringiamo lo sviluppo sono convinto che sia crimine e sia terrorismo si radicalizzeranno nella nostra società."

Parole pronunciate dal capo della polizia nazionale svedese in una riunione in merito agli sviluppi del terrorismo in alcuni distretti in Svezia. 

Menzionò zone come Araby, Rosengard, Alby, Fittja, Tensta, Rinkeby in cui la società è lacerata. 

Secondo il capo della polizia nazionale hanno identificato ben 14 aree dove la vita può divenire difficile ... dichiarando però che tali aree non sono considerate proibite, anche se la polizia debba utilizzare due automobili per entrare in queste aree. 

L'editore del giornale domandò al capo della polizia svedese se su queste aree possiedono controllo e se possono garantire la sicurezza dei cittadini. 

"No, non possiamo garantire la sicurezza in quelle aree. Disponiamo di mezzi, agiamo, ma non possiamo garantire la sicurezza di alcuni posti. In queste aree è difficile", ha dichiarato Eliasson.

"Sono interessato seriamente alla situazione in determinate zone a Stoccolma, Gothenburg e Malmo. E' serio. C'è della criminalità che colpisce severamente i residente che vivono lì. Lì la società deve aumentare lo sforzo. Più persone devono ottenere lavoro ed istruzione e la polizia svedese deve avvicinarsi molto di più in quelle aree," ha dichiarato.

La Svezia ha sperimentato molti omicidi nelle strade e centri di asilo nel paese. 

Nessun commento:

Posta un commento