Traffic Live

domenica 20 marzo 2016

Mercenari o professionisti a Parigi ? I terroristi di Parigi lavorano per i servizi segreti ?



Una delle persone sopra è Abdellamid Abaaoud, sospettata di essere la mente degli attacchi di Parigi di venerdì 13.



Abdellamid Abaaoud nella foto sopra ?

Una delle persone sopra (il secondo) è un gentiluomo innocente residente a Tel Aviv, Israele.

Ci sono soldati mussulmani che combattono per Israele. Daily Mail



Mohammad Ka'abiya (sopra), 25enne, è un sunnita che ha combattuto per Israele ed è profondamente patriottico.

http://www.dailymail.co.uk/news/article-3362369/Are-Israel-s-bravest-soldiers-Meet-Sunni-Muslim-Arabs-fight-line-unbreakable-blood-pact.html#v-3745783749990499871

"Nel corso di una diretta di Sky News (Esempio, attacco in Tunisia) dopo gli attentati di Parigi,uno dei presunti nefasti terroristi oggetto di una massiccia caccia all'uomo, Abdasalaman Ben Salah, passeggiava casualmente davanti alla telecamera sorridendo. Salah Abdasalam finisce in video

Capture3

E' possibile che sia un sosia che opera per il Mossad ?

Salah Abdasalam fu arrestato ben tre volte e poi sempre rilasciato. Ora si ritiene che sia in fuga verso l'Europa. Nel 2010, ferroviere tirocinante, Salah finì in carcere per rapina a mano armato. Il suo complice era Abdalhamid al-Baud (Abu Umar al-Balgiqi). Ora sospettato di essere la mente degli attacchi di venerdì 13 a Parigi.



Un mese prima degli attacchi a Parigi il sindaco di MolenbeekBruxelless, diede una lista di possibili agitatori in cui c'erano i nomi di Salah Addeslam e Abdelamid Abaaoud. Brahim e Salah vissero in un'appartamento molto vicino all'ufficio del sindaco.



In alcune recenti operazioni sotto falsa bandiera i terroristi sono stati uomini di carnagione bianca, addestrati da militari. Negli attacchi a Parigi della sera del 13 novembre 2015, uno degli obbiettivi era il caffè "La Belle Equipe." Un testimone, Admon, 26 anni, ha descritto l'assalitore.

"Era bianco e con capelli neri ordinati."

"Vestito totalmente di nero con una sciarpa rossa."

"L'assalitore sui 35 anni era inoltre palestrato ... "

"L'autista possedeva ... una mitragliatrice su tetto dell'automobile."

"Somigliavano a soldati o mercenari."

Mirror.co.uk/news/uk-news-paris-attack-witness-says-black

Un gruppo di amici stava festeggiando in questo bar. Undici di questi amici sono stati uccisi nel momento dell'agguato al caffè "La Belle Equipe"

Houda Saadi è un tunisino ...

In quel momento si trovava nel bar assieme ai suoi due fratelli, Khaled e Bashir e con sua sorella Halima. Sia Houda e Halima sono morti durante la sparatoria. La maggior parte delle vittime nel caffè era li per la festa di compleanno.

Dailymail


Caffè "Le Belle Equipe"


"Le commemorazioni dei giorni dopo, lacrime e dolore ma anche tanta rabbia"

Un dottore, Mark Colclough, un cittadino con doppia nazionalità britannica e danese di 43 anni, er con un collega ed è stato uno dei testimoni a quella sparatoria nel caffè.

"L'assalitore possedeva un'uniforme militare nera, pantaloni neri, scarpe o stivali neri ed una mitragliatrice ... "

The Guardian

Aanirfan

france1

Un cittadino danese descrive uno degli aggressori in un caffè di Parigi come ultra-professionista, vestito completamente di nero con AK-47 e molto ben addestrato“. 

Ennesimo attacco sotto falsa bandiera ?

L'attacco sotto false bandiera è legato all'Operazione Gladio.

Piccola riflessione sui fatti di Parigi: 


Per tutti quelli che: Mussulmani disturbati psicologicamente e ISIS pagato da Mosca, Putin e compagnia bella ...

I fatti di Parigi sono l'ennesima dimostrazione di come l'Europa è chinata al volere di grandi organizzazioni come il tris CIA, MI6 (Intelligence britannica) e Israele (queste ultime grandi finanziatrici dei Mussulmani disturbati psicologicamente). Venerdì le autorità francesi ci hanno mostrato l'ennesima operazione organizzata a tavolino, includendo i soliti passaporti (come al solito taroccati). Gli assalitori ? Nient'altro che mercenari addestrati da corpi speciali militari esteri. Statunitensi, israeliani, britannici etc ... Il letargo di tutta l'opinione pubblica è durato fin troppo tempo. Charlie Hebdo prima - Bataclan e Stade de France dopo.


Nessun commento:

Posta un commento