Post in evidenza

Probabile ennesimo falso attacco chimico vicino Damasco, Ayn Tarma

Attenzione: Ennesimo attacco chimico (con molta probabilità falso) avvenuto in territorio siriano. La notizia non è stata, momentaneament...

lunedì 14 marzo 2016

Attacco "false flag" ad Ankara



Domenica 13 marzo 2016, circa 34 persone sono rimaste uccise in un'esplosione "falsa bandiera" ad Ankara. Un'informatore, Fuat Avni, che ha documenti attendibili su delle operazioni della polizia turca, sostiene che l'agenzia di spionaggio turca sta progettando attacchi in aree affollate.

L'agenzia di spionaggio turca sta progettando attacchi "sotto falsa bandiera" in aree affollate.

I recenti atti di terrore potrebbero essere opera del regime di Erdogan e degli alleati, per giustificare il bombardamento dei curdi e per iniziare un'operazione di terra in Siria.

Una serie di esplosione ad Ankara.

Arabia Saudita e Turchia arriveranno ad attuare una false flag per invadere la Siria ?

"Secondo i seguenti rapporti, l'Arabia Saudita ha creato un quartiere generale con la Turchia, in preparazione all'assalto congiunto in Siria. Il rapporto inoltre sostiene che gli aerei degli Emirati Arabi Uniti sono stazionati alla base aerea di Incirlik in Turchia ... la stessa base dove sono stati dispiegati ultimamente i jet sauditi. Jet sauditi in TurchiaIl rapporto, indipendente non è stato verificato, è coerente e trasparente in merito ad una probabile invasione."

"Sequestrate armi di produzione israeliana."

Dal 1982 la Turchia è bagnata dal sangue.

Un militante dello SIIL (ISISISIL o IS) ha dichiarato, all'agenzia di stampa internazionale, Sputnik, che la Turchia è compresa nell'affare sporco del petrolio con i gruppi Jihadisti.

Il petrolio estratto da Deir Ez-Zor e dall'Iraq è sotto continuo controllo da parte delle milizie islamiche, che lo vendono per pochi dollari al barile, a solo 25 dollari. 

To ! Guarda un po chi lavora con SIIL.

Attacco a Suruc

Nessun commento:

Posta un commento