Post in evidenza

Probabile ennesimo falso attacco chimico vicino Damasco, Ayn Tarma

Attenzione: Ennesimo attacco chimico (con molta probabilità falso) avvenuto in territorio siriano. La notizia non è stata, momentaneament...

mercoledì 20 luglio 2016

False Flag a Nizza ? Aggiornamenti 20 luglio 2016


Il video qui sopra mostra un uomo che dichiara di essere Mohammed Lahouaiej Bouhlel.

L'uomo afferma che è innocente, che è ancora vivo, e che attualmente vive a Sousse.

Il video è stato girato il 15 luglio 2016 a Sousse.

Anche negli attacchi dell'11 settembre 2001 abbiamo un caso simile.

C'erano due Mohammed Atta


Il mussulmano Mohammed Atta non avrebbe ucciso nessuno. L'impostore Mohammed Atta non sarebbe stato un mussulmano ma un agente dei servizi segreti. 

"L'originale Mohammed Atta era uno studente di architettura ... nato in Egitto e visto l'ultima volta ad Amburgo, in Germania. Gli fu rubato il passaporto in Germania nel 1999. L'impostore Mohammed Atta è il tizio che interpretò negli USA. Un Mohammed Atta frequentò l'accademia militare internazionale di Montgomery, Alabama. Il Mohammed Atta negli Stati Uniti avrebbe parlato ebraico, era desideroso di ballerine e adorava le braciole di maiale."

Strano per un mussulmano. 




Secondo le autorità francesi, la foto sopra, scattata il 13 luglio, mostra Bouhlel fuori dal suo camion.

Bouhlel si suppone che sia stato ucciso a Nizza il 14 luglio.


Una foto dal video



Il Generale William Ward, comandante dell'U.S. Africa Command, viene accolto da leader militari tunisini all'aeroporto internazionale di Tunisi-Cartagine (sopra in foto). 

Il partner sessuale principale del conducente di Nizza, Mohamed Lahouaiej Bouhlel, era un uomo di 73 anni. dailymail

Bouhlel era della città tunisina di Msaken, che si trova vicino alla città di Sousse.

Viaggiatori omosessuali israeliani frequentano la Tunisia, inclusa Sousse.

I viaggiatori omosessuali israeliani e Mohamed Lahouaiej Bouhel potrebbero conoscere i bar sulla spiaggia gay e discoteche gay a Sousse.

Sousse è la città omosessuale capo in Tunisia.

Mohamed Lahouaiej Bouhlel visse a Nizza. La Nizza gay

Hotel Negresco è molto popolare tra i viaggiatori omosessuali.



Bouhlel era controllato mentalmente ?

La sorella ha detto: Bouhlel trascorse diversi anni incontrando psicologi prima di lasciare la Tunisia per la Francia nel 2005L'attentatore di Nizza ha avuto trattamenti psicologici. 

Il Mossad è grande in Tunisia. Il Mossad ha un'importante base a Sousse. Nel 2012, Il Mossad ha rafforzato la sua attività a Sousse e nel maggio del 2015 un gran numero di ebrei sono arrivati in Tunisia.

300 mercenari del Mossad operano in Tunisia.

La moglie dell'ex presidente della Tunisia, Ben Ali, lavorò per il Mossad, secondo l'ex guardia del corpo del presidente.



Ben Ali e sua moglie (sopra in foto).

364CE07200000578-3691019-image-a-11_1468574451128

L'attentatore/camionista era pagato da CIA o Mossad ?

1468598112-article-crouch-1-0714

Kristen Crouch (sopra), di Dallas in Texas, era a Dallas quando un tiratore uccise cinque agenti di polizia. Kristen era a Nizza il 14 luglio ad assistere all'attentato. dailymail

Il 22 dicembre 2014  un autocarro investì dei pedoni nel centro della città di Glasgow, in Scozia uccidendo sei persone e ferendone altre quindici. L'autista del veicolo di proprietà del comune, Harry Clarke, sarebbe morto al volante.



L'attacco del 14 luglio a Nizza si presenta come un attacco stile Operazione Gladio.



Sopra, diversi agenti sono alle prese con un uomo dalla parte posteriore del camion.


Il conducente tunisino Mohamed Lahouaiej Bouhlel



Probabilmente l'ennesima false flag ?

Christian Estrosi, sindaco di Nizza, è un notorio fantoccio sionista. È stato lui a dichiarare che sul camion c'erano armi ed esplosivi. Ancora una volta la polizia non ci mostra nulla. 

È stato lui a dichiarare, prima della polizia, che è un atto premeditato, come fa a saperlo? 

Tutti parlano di atto terroristico, la prefettura di Nizza invece ha dichiarato che si tratterebbe di un'azione criminale perpetrata da un individuo "non conosciuto" dai servizi di Intelligence. 

Nessun poliziotto ha avuto l'idea di sparare sulle gomme malgrado il camion sia entrato in zona pedonale a velocità ridotta. I documenti di un francese di origini tunisine sarebbero stati trovati sul camion. 

Pletora d'immagini di vittime sui social media ma le autorità non ci mostrano il terrorista morto. 

A Nizza sono operative più di 1000 telecamere di sorveglianza, per un costo che supera i 10 milioni di euro, dove sono le immagini? 

Al momento una sola certezza, se questo è un'altro false flag, dal punto di vista logistico è stato uno dei più facili da organizzare.



1) "Il 14 luglio 2016, la polizia ha sparato e ucciso un autista, che ha guidato un camion ad alta velocità per oltre 100 metri presso il lungo mare di Nizza, colpendo una massa di persone". dailymail Il conducente era un criminale locale di 30 anni, conosciuto dalla polizia. Attacco terroristico a Nizza: il conducente era un criminale locale conosciuto. 

2) Israele ottiene ciò che vuole.

Il Presidente della Francia, ha dichiarato: "Ora annuncerò che lo stato d'emergenza che doveva essere varato si estenderà per altri tre mesi"dailymail

Presumibilmente, in Francia, Israele recluta persone per ISIS.



Aanirfan

Il terrorismo insanguina ancora la Francia, camion kamikaze investe la folla durante i festeggiamenti della festa della Bastiglia che si stavano svolgendo lunga la Premonade. L'attentatore è un tunisino. Un testimone: "C'era tanta confusione e gente che gridava, corpi a terra, ammassati".

Il camion ha percosso un rettilineo di 2 chilometri con l'obbiettivo di travolgere più persone possibile: si contano almeno 84 morti e oltre 100 feriti.

Immagini forti / Nice Terror Attack

Testimoni parlano anche di spari contro la folla. La polizia, secondo quanto si apprende, ha risposto al fuoco. L'autista del camion è stato ucciso, mentre un suo complice è in fuga.

Il camionista Mohamed Bouhlel inviò alla sua famiglia circa £ 84.000 alla famiglia negli ultimi giorni, secondo dailymail.



Nel mese di ottobre del 2014 il ministro degli esteri francese disse che la Francia avrebbe riconosciuto lo stato Palestinese.

Nel novembre 2015 abbiamo avuti attacchi a Parigi.

In Belgio il parlamento ha accettato di riconoscere la Palestina come stato.

Poi abbiamo avuto attacchi nel 2016 a Bruxelles.

La Norvegia, stessa cosa, riconobbe lo stato palestinese.

Poi abbiamo avuto attacchi nel 2011 in Norvegia.

Attacchi false flag in Francia

Nessun commento:

Posta un commento