Post in evidenza

Il Venezuela nel mirino della destabilizzazione politica

Articolo pubblicato originariamente il 19 novembre 2014.  Dei rapporti mediatici latino-americani riportano, con allarmante regolarità,...

martedì 3 marzo 2015

Cosa c'è dietro Copenaghen ?

Il 14 febbraio un uomo armato, attacca presumibilmente, un centro di cultura e una piccola comunità ebraica in una sinagoga nella capitale danese Copenaghen.
Rimangono uccise, durante questa azione terroristica, una guardia di sicurezza per la sinagoga e un istruttore cinematografico. Il giorno successivo, il 15 febbraio, la polizia, un corpo ben addestrato uccide il presunto protagonista di nazionalità palestinese.
Identico caso si verificò a Parigi, nel mese di gennaio, dove alle domande non si riusciva a dare una risposta per mancanza di informazioni.



Il 12 febbraio, verso le 15:30, l'uomo con un fucile automatico attacca il centro culturale dove in quel momento si stava tenendo un dibattito sulla libera espressione. Vi parteciparono persone come l'ambasciatore francese in Danimarca e un vignettista svedese.



Tra polizia e attentatore ci fu uno scambio di fuoco incrociato. Un uomo di circa 55 anni rimane ucciso durante la sparatoria. Tre agenti di polizia rimangono feriti, infine l'attentatore scappa con una Volkswagen Polo nera.
La polizia quindi iniziò una vera e propria caccia all'uomo. La vettura su cui viaggiava, la Volkswagen nera, fu ritrovata soltanto verso le 17:00. Un tassista delle vicinanze dichiarò che il conducente era lo stesso uomo che aveva compiuto la strage poche ore prima, dichiarando di aver visto quel volto nella zona danese di Svanenvej. La stessa zona fu messa sotto sorveglianza dalle forze speciali danese fino alle 23:00 circa.



Verso le 01:00 di domenica mattina lo stesso autore della sparatoria al centro culturale, assale una sinagoga ebraica ed uccide la guardia di sicurezza di turno, la sinagoga di Krystalgade, era considerata un'obbiettivo importantissimo.

La polizia danese dichiara che l'autore degli attacchi ritornò nella zona d Svanenvej tra le 04:30 e le 5:00, inoltre la stessa polizia avrebbe aperto il fuoco, uccidendo Omar Hussein Abdel Hamid, l'autore degli attacchi terroristici.

Nessun commento:

Posta un commento