Post in evidenza

Probabile ennesimo falso attacco chimico vicino Damasco, Ayn Tarma

Attenzione: Ennesimo attacco chimico (con molta probabilità falso) avvenuto in territorio siriano. La notizia non è stata, momentaneament...

sabato 5 settembre 2015

Il terrore della NATO adesso spaventa l'Asia

Dal 1990, 34 nuovi paesi sono sorti con l'aggiunta del Sud Sudan nel 2011 essendo l'ultimo o no. La lista dei cambi di regime di Washington è senza fine. Una pratica comunemente usata è quella di destabilizzazione il paese e ottenere con fatica i territori.

In seguito si stabilisce un governo burattino e installazioni militari USA. Dando così benvenuto ad uno nuovo paese totalmente dipendente dagli Stati Uniti. Lo "Stato Mafia" il Kosovo ne è un esempio di questo modus operandi, riuscì in Jugoslavia e oggi in Cina.

"Un diplomatico cinese ha dichiarato che nessuno stato come il Tibet, l'Est Turkestan e la Mongolia Interna è esistito in Cina e che erano storicamente territori cinesi."


"Gli USA ci guadagnano molto ad appoggiare i venti separatisti in Cina."

La NATO creò e costituì durante la guerra fredda un fondo per la rete terroristica Grey Wolves in Turchia. Invece di inviare i militanti di tale organizzazione a combattere "il nemico sovietico" furono inviati ad eliminare i nemici della NATO. Oggi Grey Wolves è rappresentato dal Partito Nazionalista turco (MHP), il terzo partito politico più grande in Turchia.

A loro sono indicate le operazioni militari e i campi di addestramento per terroristi nello Xinjiang in Cina.

Ülkü Ocakları Eğitim ve Kültür Vakfı Logosu.png
"Logo di Grey Wolves"

Le tecniche usate da Washington sono ormai cosa nota.

Grey Wolves è un avamposto della NATO.

Stesso copione teatrale fu quello delle Brigate Rosse in Italia. Tecniche ed addestramenti ricevuti grazie ad anni di studio presso la "Scuola parigina di lingue Hyperion."

    "Mario Moretti ex terrorista italiano, non che leader delle BR"

Fonti:
Land Destroyer
The New Great Game

Il Mossad nelle questioni interne

Nessun commento:

Posta un commento