Post in evidenza

Probabile ennesimo falso attacco chimico vicino Damasco, Ayn Tarma

Attenzione: Ennesimo attacco chimico (con molta probabilità falso) avvenuto in territorio siriano. La notizia non è stata, momentaneament...

venerdì 12 settembre 2014

Chi di sanzioni ferisce di sanzioni perisce.

Ancora sanzioni alla Federazione Russa. Bruxelles e Washington, danno il via ad una nuova ondata di sanzioni che attaccheranno l'economia russa oggi, 12 settembre 2014. Sanzioni economiche che colpiranno l'export russo, le prime cinque banche nazionalie, Gazprom e aziende di difesa russe. Questa nuova ondata di sanzioni, ribadiscono Bruxelles e Washington, servono per costringere alla Federazione Russa di risolvere la crisi nell'Ucraina dell'est. Smettendo di fomentare gli scontri tra Separatisti Filo-russi e Esercito regolare di Kiev.Nella giornata di ieri, 11 settembre, i membri dei 28 paesi membri dell'UE, hanno raggiunto l'accordo per la pubblicazione del nuovo pacchetto di sanzioni contro la Russia.Tra le sanzioni di UE e USA vigono; un freno destinato alle prime cinque banche della Federazione Russa, la sottoscrizione di Obbligazioni emesse da sei grandi gruppi della Difesa Nazionale e dell'Energia (Gazprom). Infine la LISTA NERA, formatasi dall'inizio del conflitto in Ucraina e che comprende Oligarchi russi e di grandi imprenditori economici russi, si è arricchita di altri 24 nomi di Imprenditori con il congelamento dei beni e la non concessione di VISTI, fino alla fine del conflitto ad Est del Territorio Ucraino.

MOSCA REAGISCE !
Le sanzioni che UE e USA hanno lanciato all'economia russa, porterà danni elevati per quest'ultima. Ma Mosca riesce a tenere i piedi saldi al suolo e a rispondere alle sanzioni Occidentali, colpendo il mercato Automobilistico e dei prodotti tessili.

"Le sanzioni UE rappresentano una linea assolutamente non amichevole, che contraddice gli interessi economici della stessa Unione Europea, ha dichiarato il Portavoce del Ministro degli Esteri, Alexsandr Lukasehvic.

RUSSIA E CINA PER CONTRASTARE L'OCCIDENTE !
Russia e Cina svolgono esercitazioni navali congiunte, nel Mar di Cina Orientale nei primi giorni di Maggio. Quali sono quindi le ragioni che hanno portato i due paesi interessati a svolgere a Maggio di quest'anno operazioni navali congiunte ? Cosa dovranno fronteggiare realmente in scenari futuri ?
Una cosa è certa, Russia e Cina sono vittime di una politica Occidentale composta da Sanzioni e Fondamentalismo. Mosca e Pechino si trovano in questo momento sotto la mira di un cecchino freddo e preciso, Mosca da una parte deve fronteggiare l'ennesima aggressione NATO che da Febbraio ha preso forma a Kiev, mentre la Cina dovrà fronteggiare i pericoli di Estremismo interno, destinato a sfociare tramite Attentati per cercare di Destabilizzare il Governo del Premier Xi Jinping.
Saranno in grado Cina e Russia di fronteggiare il pericolo Occidente e il pericolo Imperialismo ? Putin avrà l'appoggio del Blocco Euro-Asiatico ? Staremo a vedere.





Nessun commento:

Posta un commento