Traffic Live

lunedì 18 maggio 2015

New Delhi e Ulan Bator a braccetto contro le vipere di Washington

Il primo ministro indiano Narendra Modi domenica ha annunciato di creare una linea di credito da 1 miliardo di dollari in Mongolia per espandere la sua "capacità economica e delle infrastrutture".

Modì è in Mongolia, una nazione circondata e ricca di steppe situata tra Cina e Russia e ha tenuto colloqui con il suo omologo, Chimed Saikhanbileg. India e Mongolia domenica hanno aggiornato i propri legami in merito alla 'Partnership strategica'.



Funzionari indiani e mongoli hanno firmato 14 accordi che riguardano la difesa, la sicurezza informatica, agricoltura, energia rinnovabile e settore sanitario.

"Sono lieto di annunciare che l'India fornirà un credito di 1 miliardo di dollari per supportare l'espansione della capacità economica e l'infrastruttura della Mongolia", ha dichiarato Modì al Palazzo di stato a Ulan Bator, capitale della Mongolia.

"Stiamo iniziando una nuova era nella nostra partnership"ha aggiunto il Premier indiano.

La Mongolia ha una distesa geografica più grande del Giappone, Francia e Spagna messi insieme.



Il Presidente cinese Xi Jinping nel settembre dello scorso anno ha proposto di costruire un corridoio economico che collega Cina, Russia e Mongolia,  nel corso di colloqui tripartiti tenutosi tra i leader dei tre paesi a Dushanbe, la capitale del Tagikistan.

Senza sbocco sul mare la Mongolia è di crescente interesse strategico alla Russia alla Cina e agli Stati Uniti. La proposta del Presidente cinese di un corridoio economico mira anche a contrastare il crescente interesse di Washington nella regione.

La Cina è il più grande partner commerciale della Mongolia, anche se gli Stati Uniti inoltre hanno legami significativi nel campo della difesa con il paese interessato. 

Il leader mongolo era presente anche alle celebrazioni del 9 maggio a Mosca. 

Fonte: BRICS POST

Nessun commento:

Posta un commento